venerdì 24 giugno 2011

giovedì 23 giugno 2011

Братчик Пампалей


Di come Néstor Lunar sia arrivato da queste parti, ne ha già dato ampio resoconto l'amico Sussi; per quel che mi riguarda, è l'arrivo di un fratellino ufficialmente certificato, perché un gattino del genere non può che appartenere all'antichissima stirpe dei Pampaleidi. Infatti, al suo nome completo già di per sé piuttosto complesso (Néstor Lunar el Mierdita y el Grif) mi sono pregiata, forte della mia autorità, di aggiungere anche il patronimico Pampalejovič !

martedì 21 giugno 2011

Componieristica


Nonostante tutto (estate, pigrizia naturale & felina ecc.) congiuri contro una mia indefessa attività blogghistica, non crediate che la vostra impareggiabile e modestissima Pampalea abbia rinunziato a farsi le sue giratine per la città alla ricerca del suo più profondo Stadtgeist. Così, in questi giorni, presso un celebre e valente trippajo (pòle una gatta rispettabile non frequentare i trippai?) vi ho scovato questo piccolo annuncio che ha, a mio parere, del commovente. Bisogna soltanto far mente locale e entrare nello spirito del più autentico appassionato di montan bike (sapete, quell'aggeggio con cui torme di quarantacinquenni circa si vanno a sdentare e a ridursi come conci nelle rovete per impervi sentieri). Non solo c'e segret., e vorrei anche vedere che non ci fosse per un telaio in alluminio slug (pronuncia: slùgghe), ma soprattutto una buona componieristica (vale a dire che tutti i componieri sono a posto) e anche lo sgangio. Ma la ruota come Shimano e Rikei riporta tutto ad un émpito di serietà di cui non è possibile non tenere conto.

venerdì 10 giugno 2011

E-coli: Il batterio responsabile


E ditemi che non fa cacare. Preparo la lettiera. Miao!

giovedì 9 giugno 2011

È morto nell'orto


Sono sinceramente e assolutamente arcisicura che il padre di Sandro Bondi, l'ex ministro ed ex coordinatore del Popolo delle Libertà, sia stata una degnissima e brava persona. Il signor Renzo Bondi, ottant'anni, dev'essere vissuto in modo semplice, così com'è morto, oggi, mentre lavorava un po' la terra; nessuna colpa dev'essergli attribuita, nemmeno quella d'aver messo al mondo un figlio del genere. Così come le colpe dei padri non debbono ricadere sui figli, quelle dei figli non debbono ricadere sui padri. Magari il signor Renzo era restato pure comunista. Magari non aveva mai votato per il figlio; e, se anche lo avesse fatto, pazienza. Che riposi in pace.

Mi sono trovata quindi costretta a spiegarmi come mai, leggendo la notizia della sua morte improvvisa, la mia prima reazione è stata quella di mettermi a ridere. Non l'ho trovata una cosa bella, ma non ne ho potuto fare a meno. E' tutta colpa del titolo che Repubblica ha scelto per la notizia, che ha trasformato un avvenimento triste e luttuoso in una specie di filastrocca. I titolisti dei giornali dovrebbero stare attenti alla consistenza fonica di quel che scrivono; il ridicolo è sempre in agguato. Il padre di Bondi è morto nell'orto somiglia un po' troppo a Maramao perché sei morto. Come dire, ad esempio: il padre di Bondi è scomparso sul Carso, oppure il padre di Bondi è decesso al cesso, oppure ancora il padre di Bondi è defunto a Borgunto. Non si può!

Figuriamoci quel che potrebbe accadere, nelle mani del titolista di Repubblica, se venisse a mancare all'improvviso il figlio; cosa scriverebbe? Sandro Bondi è morto nei bassifondi? Sandro Bondi morto con Rotondi?

mercoledì 8 giugno 2011

Meraviglia al ciglio della strada


Alla fantascienza, senz'altro, io e il Sussi (miao) ci siamo avvicinati tardi. Meglio tardi che mai, per leggere simili meraviglie sull'animo umano. Spasiba, brat'ja Strugatski.

domenica 5 giugno 2011

Thank you, rain bomb!


Così tu impari a avere dubbi sui referendum sull'acqua!